1 giorno consegna da 15 magazzini locali a tutte le regioni degli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Germania, Italia, Francia, tutti gli altri paesi dell'UE, Dubai, Brasile, Giappone, Corea del Sud, Australia e NZ.
Parlate con il nostro chatbot Clawdia per avere risposte immediate o inviateci un'e-mail a support@fipmed.co per ricevere risposte entro 2 ore.

Integratori alimentari per gatti con FIP

Si raccomanda di somministrare al gatto vitamine e integratori per mantenere sani e forti i reni e il fegato durante il trattamento della FIP. Organi interni sani aumentano la capacità dell’organismo di resistere alle infezioni e di riprendersi dalle malattie. Attualmente non sono noti effetti collaterali negativi quando vitamine e integratori vengono somministrati insieme a GS-441524 durante il trattamento della FIP.

Vitamine

Vitamina B12: estremamente sicure da somministrare, le iniezioni sottocutanee di B12 possono essere somministrate ai gatti settimanalmente per aiutare a combattere l’anemia e sostenere il sistema immunitario.

Con Pet Tinic o un prodotto analogo, è possibile fornire un’assistenza vitaminica quotidiana.

La B12 si trova tipicamente negli alimenti di origine animale, come carne, pesce, uova e fegato.

Tuttavia, un gatto affetto da FIP esaurisce rapidamente le sue scorte, rendendo necessario un rifornimento.

La produzione e il mantenimento dei globuli rossi sono favoriti dalla vitamina B12.

  • La B12 preserva la salute del sistema neurologico (cellule nervose e mielinizzazione normale – le guaine grasse che rivestono e proteggono le terminazioni nervose). Per i processi nervosi e cognitivi è fondamentale.
  • La B12 mantiene la salute dell’intestino per garantire un’adeguata digestione e assorbimento degli alimenti e il metabolismo di grassi e carboidrati.

FIP

Gabapentin: Un leggero analgesico che può essere assunto per via orale da 60 a 90 minuti prima delle iniezioni. Se somministrato correttamente, questo riduce solo temporaneamente il disagio dell’iniezione, senza far sentire il gatto assonnato o sedato.

Crema alla lidocaina: Si può spalmare sulla pelle del gatto 30 minuti prima dell’iniezione di GS441 per attenuare la puntura. Utilizzare solo la lozione senza aloe, poiché i gatti sono estremamente tossici per l’aloe.

Corteccia di olmo scivoloso: Lo sciroppo a base di corteccia di olmo è una cura completamente naturale per la nausea, il vomito e altre condizioni.

Denamarin: l’integratore per fegato di gatto Denamarin Compresse aumenta i livelli di antiossidanti.

Silimarina (cardo mariano): Utilizzare questo integratore naturale, noto per la sua capacità di rafforzare e preservare il fegato, per migliorare la salute epatica del gatto.

Nel trattamento della FIP con GS411, si raccomanda di somministrare al gatto Denamarin o Silimarina per fornire il massimo supporto al fegato.

Non somministrare L-lisina ai gatti con FIP

Sebbene la L-lisina sia spesso utilizzata per l’herpesvirus felino e come rinforzo del sistema immunitario, nuove ricerche hanno dimostrato che non presenta chiari vantaggi. Inoltre, i gatti FCoV+, i gatti a rischio di sviluppare la FIP e i gatti affetti da FIP non devono assumere L-lisina.

Moducare e il sistema immunitario

L’immunità è fondamentale. La migliore linea di protezione contro qualsiasi malattia è un sistema immunitario forte. È fondamentale costruire e mantenere un sistema immunitario forte. Quando necessario, Moducare aiuta a regolare la risposta del sistema immunitario.

Alimentazione per il gatto con FIP

Somministrare ai gatti FIP alcune sardine, salmone, sardine o altri pesci ricchi di omega 3 Aumentare l’apporto di acidi grassi antinfiammatori omega 3 nella dieta del gatto. Il vero pesce è disponibile nelle conserve di Applaws e Almo Nature. Tuttavia, è bene tenere presente il potenziale di ipervitaminosi A (eccessiva deposizione di ossa a livello delle articolazioni) e riesaminare la situazione dopo 6 settimane se si somministra troppo pesce genuino.

Ricordate di fornire al tutore del gatto le istruzioni su come cambiare gradualmente il cibo nell’arco di settimane; altrimenti il gatto si ingozzerà del nuovo cibo per qualche giorno prima di stufarsi e non toccarlo più! Dare un nuovo alimento per un pasto, tornare alla dieta abituale del gatto per i pasti successivi, quindi offrire ancora una volta una piccola quantità del nuovo alimento e così via, aumentando gradualmente la frequenza dei nuovi alimenti, fino a quando servire un alimento diverso a ogni pasto diventa una routine per il gatto. Ci vorrà almeno un mese per introdurre efficacemente i nuovi pasti.

La dieta cruda, come il manzo crudo, è anche ricca di sostanze nutritive di cui il gatto ha bisogno. Fornite carne cruda (il manzo è il migliore) a ogni pasto. Contiene molte proprietà antinfiammatorie e rafforza il sistema immunitario del gatto.

VITAMINE extra che possono essere somministrate al gatto con FIP

Vitamina A (facoltativa)

La vitamina A è un antiossidante. L’integrazione di vitamina A non è necessaria per i gatti che ricevono spesso pasti a base di pesce. Il betacarotene non può essere metabolizzato dai gatti, per cui è necessario somministrare loro la vitamina A sotto forma di pesce o olio di pesce, come l’olio di fegato di ippoglosso. È preferibile includere nella dieta pesce vero e proprio piuttosto che semplici integratori. L’ipervitaminosi A, tuttavia, provoca un’eccessiva distensione delle ossa a livello delle articolazioni; evitate quindi di utilizzarla in modo costante per più di 4-6 settimane.

Complesso vitaminico B (facoltativo)

La multivitamina B è un buon stimolante dell’appetito, disponibile in farmacia o nei negozi di alimenti naturali. Tiamina, vitamina B1 (facoltativa – se non si somministra il complesso B) somministrata per via orale (cioè per bocca o nel cibo).

Vitamina C (acido ascorbico) (facoltativo)

La vitamina C è un antiossidante. La vitamina C deve essere utilizzata solo per poche settimane perché, se assunta per un periodo prolungato, può provocare la formazione di cristalli di ossalato nelle urine. Dose: 125 milligrammi somministrati per via orale o attraverso il cibo due volte al giorno.

Tenendo presente tutto ciò, i proprietari di gatti dovrebbero essere più aperti all’idea di somministrare integratori ai loro gatti per aiutarli nel processo di trattamento della FIP, in quanto questi diversi integratori possono aiutare la salute dei loro gatti. Tuttavia, è bene tenere presente che non tutti gli integratori sono totalmente privi di rischi, in quanto possono avere risultati diversi a seconda del dosaggio dell’integratore e del fisico del singolo gatto.

error: Content is protected
0